A pariamarca paesino che dista 3 ore di cammino dall’ Encanada,oltre all’Oratorio è stata costruita la casa San Giuseppe Cottolengo che accoglie attualmente 40 ragazzi con diverse difficoltà,  li assiste Stefania, un’infermiera faentina, questa casa accoglie la parte maschile dei malati mentre la casa Madre Teresa Encanada, ospita 62 tra donne e bambini.

 

Quando arrivano nelle nostre case hanno bisogno non solo di terapia e medicine, ma anche di affetto, di sentirsi come in una famiglia, quella famiglia che alcuni di loro non hanno mai avuto.  Per questi giovani disabili della casa San Giuseppe Cottolengo, si organizzano attività e laboratori, tra cui orto ed allevamento, per dare a questi ragazzi un’occupazione quotidiana e la possibilità di imparare e crescere. Alcuni ragazzi sono autistici, per loro è difficile lavorare insieme agli altri, così pensiamo di ricreare un ambiente apposta per loro, adatto alle loro caratteristiche ed esigenze molto personali.La maggior parte degli infermi  sono in stato di totale abbandono, altri ci sono stati affidati dalle famiglie che si sono trovate impossibilitate ad accudire e assistere queste persone; purtroppo alcuni sono stati trovati in condizione disumane ed in stato di denutrizione da lieve a severa.

 

Oratorio "Don Bosco"